Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

LA CHIESA DELLA S.S. TRINITA’

La Chiesa della S.S. Trinità, progettata tra il 1585 e il 1587 da Francesco e Giovanni Domenico De Marziani per l’Arciconfraternita della S.S. Trinità dei Pellegrini di Roma, ha dimensioni modeste e presenta, esternamente, una muratura a mattoni. Anticamente era luogo di culto e sede della Confraternita; oggi conserva analoga funzione di culto ed è luogo della messa domenicale. Il corpo architettonico ha forma cubica ed è affiancato da edifici civili; il tetto è a spiovente e la facciata a capanna simmetrica. Sulla facciata iss trinitàl portale e le finestre sono disposti in modo da creare un interessante rapporto vuoto-pieno. Se ne possono, inoltre, notare le modanature, l’aspetto cromatico determinato dai mattoni rossi e le divisioni orizzontali e verticali. All’interno la struttura comprende la Camera delle Congreghe dei Confratelli e la chiesa vera e propria. L’edificio ha copertura piana a solaio con pianta longitudinale, priva di transetto e con un piccolo abside. La chiesa presenta un ‘unica navata centrale con cappelle laterali e ha, come centro focale, la macchina dell’altare. Gli assi sembrano concentrarsi verso di esso con il presbiterio sopraelevato e l’illuminazione è determinata da finestre collocate sul lato sinistro, mentre il destro è a contatto con un altro edificio. La partecipazione dei fedeli al culto è sollecitata e sottolineata da una pluralità di elementi simbolici. L’opera più importante è l’ancona lignea, composta dal dipinto “S.S. Trinità e Assunzione della Vergine” di Domenico De Marziani e dall’altare maggiore, sempre in legno, scolpito da Francesco De Marziani, il tutto realizzato tra il 1633 e il 1645. L’ancona è di grandi dimensioni e mantiene la sua funzione originaria, anche se necessita di un restauro inteso a recuperarne le pregiate decorazioni in oro zecchino  delle parti piane..

Il dipinto rappresenta la S.S. Trinità con l’iconografia dell’Assunta; si tratta di una composizione simmetrica, che presenta angeli gioiosi come personaggi secondari, Maria incoronata al centro, Dio Padre a destra, Gesù a sinistra e, in alto, la colomba, rappresentazione dello Spirito santo. Il centro percettivo è nella parete centrale superiore e coincide con l’ovale di luce colomba-corona-mani. Il complesso è formato da una scultura in legno e da una tavola a olio su tela, dove prevalgono colori caldi e scuri, stesi in modo tonale con sfumature e velature che fanno percepire armonia e serenità. La struttura, imponente, vale ad evidenziare l’altare e a separare il presbiterio; in autentico stile barocco, è stata commissionata dalla confraternita per espletare una funzione prevalentemente celebrativa intesa ad esaltare il concetto della trinità e l’assunzione della Vergine Maria.

Ritorna ai monumenti storici >>